Non toccate l’art. 138. Non potete

Proponiamo questo nuovo appello ai membri del Senato, ma anche all’opinione pubblica, a quanto resta dei partiti democratici, alle coscienze ancora vigili. Perché di nuovo? Perché forse un po’ lentamente  – come dopo il primo sgomento dell’inconcepibile – la gravità di quanto accade diventa evidente.

PER L’ARTICOLO 138 DELLA NOSTRA

COSTITUZIONE

Il mandato conferito alla “commissione dei saggi” presenta gravi profili di incostituzionalità. Ciò in particolare per quanto concerne la modifica dell’art. 138 della Costituzione.

Infatti:

  1. L’art. 138 fa parte, insieme all’art. 139 che vieta      di sottoporre a revisione la forma repubblicana dello Stato, della sezione      II del sesto e ultimo titolo della Carta, dedicato alle “Garanzie      costituzionali”, la cui prima sezione concerne la Corte costituzionale. La procedura disegnata dall’art. 138 è dunque dello stesso rango attribuito dalla Carta all’istituzione della Corte costituzionale e alle sue funzioni, nonché alla immodificabilità della forma repubblicana dello Stato.
  2. Una modifica della procedura prevista dall’art. 138      non può essere intesa, dunque, come una semplice “revisione della      Costituzione” come recita il titolo della sezione II, ma invece come un vero      e proprio atto costituente, paragonabile per ipotesi all’abolizione      della Corte costituzionale o a una modifica sostanziale della sue      funzioni, ovvero alla modifica della forma repubblicana dello Stato
  3. Ora, secondo il parere della più accreditata      dottrina e della più qualificata giurisprudenza costituzionale, e del      resto secondo logica, nessun organo costituito può essere investito di un      tale potere, né può legittimamente esercitarlo. Infatti tutti gli organi      costituiti, in quanto tali, sono soggetti alla Costituzione, in      particolare ai principi fondamentali che ne sono alla base, nonché ai      criteri basilari del suo funzionamento; e in primo luogo alle garanzie da      essa stabilite a tutela dei cittadini e del corpo politico democratico di      cui, proprio grazie alla stessa Costituzione e per suo mezzo, essi fanno      parte. Ne consegue che la       Costituzione, con particolare riferimento a tali      principi, criteri e garanzie, non è nella disponibilità di nessuno      degli organi e poteri costituiti: né dell’Esecutivo, né della Magistratura      di qualunque ordine e grado, né del Legislativo, né infine del Capo dello      Stato. Nessuno organo costituito, proprio in quanto emanante dalla      Costituzione, ha il potere di modificarne i fondamenti: un tale atto      produrrebbe infatti, di per sé, la perdita della legittimità      dell’organo stesso che lo compisse.
  4. Nel caso specifico una tale illegittimità è      aggravata:
    1. dall’imposizione, già dal momento dell’istituzione       della “commissione” e dalla definizione della sue funzioni, di una procedura       abbreviata tale da dare in sostanza per già modificato l’art. 138 di       cui  si propone la modifica;
    2. dalla peculiarità della legge elettorale       vigente, in base alla quale sono state formate le Camere e in       particolare il Senato: legge inidonea sia a rispecchiare la volontà       dell’elettore (parlamentari “non eletti ma nominati”) sia a determinare       un’effettiva e organica maggioranza del Parlamento.

In base a queste considerazioni, noi cittadini ci sentiamo in dovere di esortare gli onorevoli Senatori, di qualunque gruppo od orientamento, a considerare con molta ponderazione l’opportunità di soprassedere all’ipotizzata attività di modifica dell’art. 138 della Costituzione.

Roma, 14 giugno 2013

Primi firmatari: Stefano Sacconi, Raffaele D’Agata, Costantino Cea, Giulia Rodano, Antonello Falomi

Per firmare, si può utilizzare lo spazio dei commenti.



Categorie:Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: